10/04/2014

Il nuovo design del montante offre miglioramenti visibili per la produttività

Yale Il nuovo design del montante

I carrelli elevatori controbilanciati Yale sono stati oggetto di una serie di upgrade del prodotto che offrono un'eccezionale visibilità per l'operatore, promuovono una maggiore produttività e richiedono manutenzione ridotta contribuendo ad abbassare il costo di proprietà.

Due nuovi design del montante e una piastra porta-forche con posizionatore forche e traslatore integrato offrono alle aziende molti vantaggi che contribuiscono a incrementare la produttività, ridurre l'affaticamento degli operatori e i danni al prodotto e all'attrezzatura.

Visibilità migliorata dal montante e vita utile allungata

Yale ha riprogettato i montanti FFL a 3 stadi e LFL a 2 stadi per ottimizzare la visibilità dell'operatore ed estendere la vita utile. I nuovi design includono la nuova posizione della catena e il percorso dei tubi per ampliare al massimo la finestra anteriore attraverso cui l'operatore può vedere le forche e avere una visione panoramica a 180 gradi.

Le modifiche del design contribuiscono inoltre a fornire una maggiore rigidità del montante e una maggiore durata dei tubi flessibili idraulici, intervalli di assistenza più lunghi e riduzione degli interventi di manutenzione e riparazione per tutta la durata utile del prodotto.

Fabbricati senza scendere a compromessi, i montanti Yale continuano a fornire prestazioni robuste e sicure, riducendo così i costi di esercizio.

Maggiore produttività 

Il Responsabile strategia prodotto dei carrelli controbilanciati, Mat Allen, commenta: "L'eccezionale visibilità per l'operatore, resa possibile dal nuovo modello di montante, porterà un incremento della produttività e del comfort per l'operatore. La visibilità ottimizzata contribuisce anche a ridurre danni al prodotto e all'apparecchiatura.

Sono state inoltre aumentate le velocità di abbassamento del montante, nei test sul prodotto sono stati movimentati due carichi aggiuntivi a piena capacità ogni ora. Nell'arco di un anno, questo corrisponderebbe a più di 3500 carichi, una cifra che già da sola avrebbe un impatto impressionante sui livelli di produttività per qualsiasi operazione."

Nuovo posizionatore forche con traslazione laterale

Il nuovo posizionatore forche con traslazione laterale Yale è stato progettato per i carrelli controbilanciati Yale, inclusa la serie di carrelli elettrici ERP13-15 VC, ERP15-20VT, ERP16-20VF, ERC16-20VA e la serie ICE GDP/GLP16-20VX ICE.

La distanza tra le forche può essere regolata da una dimensione minima di 50 mm, per accogliere attrezzi specializzati, alle dimensioni per la normale movimentazione materiali, fino a raggiungere un bordo esterno massimo di 852 mm che offre il massimo supporto per i carichi più ampi.

Nello spiegare i benefici, Mat Allen, Responsabile strategia prodotto dei carrelli controbilanciati NMHG, ha affermato: "Il vantaggio principale del posizionatore forche con traslazione laterale di Yale consiste essenzialmente nella possibilità di regolare la distanza tra le forche dalla cabina operatore, senza che l'operatore debba regolare manualmente le forche per i diversi carichi. In molte applicazioni miste potrebbe significare ben 50-60 modifiche al giorno. Riducendo una delle operazioni fisiche dell'operatore contribuiamo a ridurne anche la stanchezza. Tutta la fatica è svolta dall'impianto idraulico invece che dall'operatore.

Oltre a questo, poichè la capacità del montante non è alterata dall'utilizzo del posizionatore forche con traslazione laterale integrata, è possibile movimentare la totale capacità di carico. Ne consegue un'ulteriore capacità di carico di 60 kg rispetto all'attrezzatura di tipo ad aggancio. In applicazioni intensive potrebbe tradursi nella movimentazione di 3,6 tonnellate in più all'ora. Calcolando una movimentazione di 60 carichi all'ora potrebbe equivalere a 21,6 tonnellate per turno, ovvero 108 tonnellate in una settimana.

I vantaggi per l'ergonomia e la produttività sono chiaramente visibili. Inoltre, la possibilità di controllare la distanza tra le forche dalla postazione dell'operatore offre un notevole risparmio di tempo nelle applicazioni con carichi misti, in cui l'operatore dovrebbe regolare manualmente le forche per i diversi carichi, spesso più volte per turno. Parliamo di un potenziale risparmio di due ore e mezzo di tempo operatore alla settimana."